Il libro presenta 12 itinerari “al di là dell’acqua” per andare alla scoperta di episodi storici, avvenimenti dimenticati e… qualche posto segreto. L’autore vi porterà, passo passo,  a scoprire i luoghi dove è nato il mito dell’Oltretorrente: le barricate, le osterie, i personaggi famosi che ne ammantano la storia, i terribili fatti di cronaca nera, gli angoli nascosti e quelli perduti. Si parte dal filo invisibile che lega Picelli, l’eroe “rosso”, a padre Lino, il frate in odor di santità, e al al maestro Toscanini. Gli appassionati di cronaca nera, invece, possono ripercorrere i luoghi dove avvenne il delitto Mazza o l’arresto di una banda di terroristi di Prima Linea. C’è il giro delle chiese e quello delle osterie di una volta. Si riscoprono le suggestioni dei poeti dialettali e di uno scrittore come Alberto Bevilacqua, c’è una Parma perduta e gli angoli segreti, e tanti tanti microepisodi della Seconda guerra mondiale, tra persecuzioni nazifasciste e resistenza. Non manca una passeggiata alla ricerca delle vestigia medioevali e farnesiane, e le tracce delle prima industria vetraria, voluta dai Borbone, fino ai Bormioli. In 236 pagine, con fotografie d’epoca e contemporanee, l’autore invita i lettori ad allacciarsi le scarpe per andare a scoprire il quartiere in 12 itinerari diversi, con una durata da 1 a 3 ore accompagnati da una mappa. In ogni tappa un luogo da scoprire, bussando alle porte laddove possibile, per entrare in cortili, palazzi popolari e chiese, lasciandosi affascinare dall’incanto della semplicità. Si scoprirà che ogni strada ha una storia, sedimentata e intrecciata con gli avvenimenti delle persone che l’hanno vissuto.

La Guida di Viaggio all’Oltretorrente è, a suo modo, una raccolta di storie, cercate dall’autore ascoltando gli abitanti del quartiere, recuperando documenti, spulciando libri per riportare dentro un filo storico gli accadimenti e le persone che hanno segnato profondamente l’essenza del quartiere “de d’là da l’acua” (al di là dell’acqua) come per secoli è stato appellato, fino a quando all’inizio del Novecente si è preso il nome proprio di Oltretorrente. La guida è impreziosita da 14 racconti e testimonianze sull’Oltretorrente firmate da Alessandro Bosi, Mirella Cenni, Said Chabbi, Mirca Coruzzi, Pietro Furlotti,  Lorenzo Lasagna, Mariagrazia Manghi, Antonio Mascolo, Aldo Montermini, Carmen Motta, Paola Peracchi, Lorenzo Sartorio, Bruno Scaltriti, Carlotta Taddei.

Il libro è disponibile nelle librerie di Parma e può essere anche acquistato dai soci de “Il Borgo” ad un prezzo ridotto presso la sede del Circolo