Questa newsletter de “ Il Borgo”, che esce all’indomani dell’avvio della cosiddetta “fase 2”, ha un duplice valore e significato: da una parte, segna l’inizio della ripresa dell’attività pubblica del Circolo che, come ogni altra realtà associativa, è stata costretto in questi  mesi  ad interrompere bruscamente  la propria programmazione; dall’altra, vuole essere un piccolo contributo di idee e di proposte per affrontare al meglio questo  difficile, e cruciale, momento di ripartenza con tutte le incognite, le difficoltà, le sofferenze(non solo economiche)  ad esso connesse.

E’ questa anche l’occasione per provare a comunicare per sommi capi il percorso  de “Il Borgo” nei prossimi mesi, nella consapevolezza che ormai le iniziative previste prima dell’estate andranno giocoforza riprogrammate in autunno:  l’Assemblea dei soci, il “Borgoday”,  il ricordo di Enore Guerra, i Convegni dell’Osservatorio sulla città,  e altre ancora.  Già nelle prossime settimane  verrà invece definito il programma della nuova edizione del BorgoLab e andrà riscritto il progetto che il Circolo aveva predisposto per Parma Capitale della Cultura, visto anche il suo prolungamento  al 2021.  E’ evidente che ripartire non sarà facile, sia per la difficoltà di riprendere progetti e iniziative a diversi mesi di distanza, oltretutto in un contesto economico, sociale e culturale profondamente cambiato, sia per le oggettive limitazioni alla possibilità di riunirsi e di incontrarsi che ancora persistono. Proprio per questo chiediamo a tutti gli iscritti, ma anche a quanti “dall’esterno” guardano con attenzione e simpatia al nostro Circolo, di contribuire con idee e proposte (e, perché no? anche con un impegno diretto) al rilancio de “Il Borgo” nei difficili mesi che ci attendono.

Prima di terminare è doveroso, e insieme doloroso, ricordare i soci e gli amici del Circolo, di oggi e di ieri, che nelle scorse settimane sono stati portati via dal Coronavirus; e non può mancare anche un affettuoso abbraccio “virtuale” al nostro prezioso collaboratore Graziano Vallisneri per la prematura scomparsa della moglie Nelli.  Proprio la testimonianza lasciata da queste persone è il migliore stimolo perché “Il Borgo” continui ad offrire alla città, anche nella difficile ed inedita situazione che stiamo vivendo, il suo importante e originale contributo di valori e progetti.

Ricordiamo che anche quest’anno è possibile destinare il 5×1000 delle imposte al nostro Circolo. Nella prossima dichiarazione dei redditi è sufficiente apporre nell’apposito spazio la propria firma e il Codice fiscale dell’Associazione culturale “Il Borgo” che è  92013150344