LA NUOVA STAGIONE DEL BORGO NEWS. IL SALUTO DEL DIRETTORE

di Riccardo Campanini

 Dove eravamo rimasti?…. Lo scorso giugno, prima della pausa estiva, ci si interrogava sul risultato delle elezioni europee, che avevano visto l’affermazione, nel contesto nazionale, della Lega – sempre più forza egemone della maggioranza di  governo – ma anche il fallito “assalto” dei partiti populisti e sovranisti alle istituzioni europee. Solamente 4 mesi dopo,  il quadro politico, nazionale e internazionale, è completamente cambiato, in meglio o in peggio a seconda dei punti di vista. Un po’ come quando una squadra finisce il campionato nelle prime posizioni, e all’inizio di quello successivo si ritrova in zona retrocessione, o viceversa…. In questa newsletter del Circolo “Il Borgo” diamo naturalmente spazio a queste tematiche con l’intervista a Gabriele Ferrari sulla nuova situazione politica. Ma se molte cose sono cambiate, altre  – fortunatamente – continuano, come il Borgo Lab, l’ormai consolidato laboratorio di formazione dei giovani alla cittadinanza attiva; o come l’impegno dei cattolici democratici riuniti nella “rete” C3Dem, che qualche giorno fa ha riflettuto sui tanti spunti offerti dall’attualità e ha nominato il suo nuovo Coordinatore.  Pure su queste due importanti iniziative culturali e formative si sofferma la newsletter, che come al solito dà spazio anche alle attività promosse nelle scorse settimane dal Circolo, in proprio o in collaborazione con altre realtà cittadine,  le prime di un anno sociale come sempre ricco di programmi e di iniziative.

Proprio i cambiamenti così rapidi e imprevedibili tipici del mondo di oggi rappresentano, per “Il Borgo” ma anche per chiunque ha a cuore il bene comune,  una sfida e un richiamo a rendere sempre nuovi e attuali i principi e i valori che stanno alla base della sua stessa esistenza. In un mondo che sembra non trovare il giusto equilibrio tra una legittima (purchè non esasperata) difesa delle peculiarità e delle tradizioni nazionali e locali, ed un’altrettanta giustificata apertura alla dimensione globale dei problemi e delle loro possibili soluzioni- si pensi solo al tema, così attuale ed urgente, dell’ambiente – solo la riflessione, il confronto, la messa in comune di idee e proposte possono davvero aprire la strada a nuove ed inedite soluzioni dei tanti problemi che incombono anche drammaticamente sul presente e sul futuro prossimo.

E’ con questo spirito che inauguriamo il nuovo anno di questa newsletter, aperti come sempre ai contributi che ci verranno da chi ci legge e da chi segue con attenzione l’attività del Circolo.  Sarà – ci auguriamo – un cammino interessante e  non scontato,  che,  toccando in conclusione di questo saluto anche la dimensione locale, ci porterà a quel 2020 così importante per la nostra città, “capitale italiana della cultura” per un anno. Appuntamento al quale anche “Il Borgo”, con la forza della sua storia e dei suoi valori, darà un importante contributo: un motivo in più per seguirci anche nei prossimi mesi con attenzione e  interesse.