E70A4530IL BORGO PORTA IL DIBATTITO NELLE PERIFERIE DI PARMA 

IL BORGO: VALORIZZARE LE PERIFERIE PER RIMETTERE AL CENTRO LE RELAZIONI SOCIALI

Si sono confrontati Paolo Giandebiaggi, Guillame Pacetti, Alessandro Bosi e Michele Alinovi.

 Parma, 17 maggio 2018 – Si è tenuto giovedì 17 maggio presso l’Associazione Il Cubo a Parma l’incontro “Rigenerazione e Creatività”, promosso dal Borgo. Ha aperto i lavori il Presidente del Borgo Giuseppe Luciani che ha evidenziato come la marginalità umana si genera quando manca la relazione e di come la riqualificazione di CUBO sia un esempio di riqualificazione sociale, oltreché architettonica. Paolo Giandebiaggi del Direttivo del Borgo, che in qualità di architetto ha organizzato il ciclo di incontri sulla rigenerazione, ha ricordato come Il Borgo si sia sempre occupato di città, di valori e di rapporti tra le persone, come testimonia l’ampia bibliografia del Circolo che ha curato tanti volumi dedicati al tema delle comunità e dell’urbanistica. L’obiettivo di questo ciclo di incontri è proprio quello di arrivare fisicamente nelle periferie per far sì che “periferia” torni ad essere un concetto positivo e per far conoscere i luoghi e le esperienze positive di rigenerazione. L’architetto Guillame Pacetti, autore del progetto di recupero di CUBO ha sottolineato come si sia partiti dalle esigenze del luogo per creare le funzionalità. Questo progetto ha permesso di rigenerare un’area e di creare relazioni e luoghi di lavoro. Il sociologo Alessandro Bosi, partendo dalla relazione città/campagna, ha messo in luce come anche le forme urbanistiche devono rispondere a logiche di reciprocità, diversamente si creano le periferie, anche umane. Oggi luoghi rigenerati come ll Cubo riportano la reciprocità tra centro e periferia. Valorizzazione della periferia è compito della politica e di tutti i cittadini e di chi abita e lavora in questi luoghi per creare consapevolezza civica. L’Assessore Alinovi ha evidenziato come oggi tante esperienze “private” come CUBO siano patrimonio collettivo di straordinario valore che vanno incentivate e sostenute contribuendo a creare quella consapevolezza civica collettiva che tutela e protegge il patrimonio collettivo perché è di interesse pubblico.