Venerdì 27 febbraio alle 17,30 presso la Libreria “Fiaccadori”, verrà presentato il volume “Conservare il valore” di Simonetta Tumesi (v. Appuntamenti) . Eccone  una breve introduzione.

Con questa iniziativa Il Borgo intende fornire alla cittadinanza un ulteriore contributo per approfondire la conoscenza di problemi ed opportunità legati al tema dei rifiuti.

Il libro tratta di un particolare tipo di valore: quello contenuto negli oggetti che compriamo, usiamo e gettiamo, trasformandoli in rifiuti. Quali sono le conseguenze di queste nostre azioni? Come sono gestiti i rifiuti in Italia e in Europa, e cosa succedeva quando, in passato, “i rifiuti non erano un problema”? “Smaterializzare” la produzione nei paesi di vecchia industrializzazione ha portato a una riduzione del consumo delle risorse? A questi e altri interrogativi risponde il libro di Simonetta Tunesi che esamina gli elementi sociali, istituzionali e tecnologici che ruotano attorno al dualismo consumo-risparmio delle risorse e al sistema industriale che rende possibile la gestione dei rifiuti. Per affrontare una domanda di più ampia portata – ovvero se sia possibile perseguire una modernità diversa da quella finora conosciuta nei paesi di vecchia industrializzazione – l’autrice riflette sulle alternative possibili e sulla necessità di distinguere tra ciò che può essere portato a termine da ogni cittadino, la modifica del proprio stile di vita, e ciò che invece la comunità richiede a politici e amministratori: le decisioni sull’architettura normativa e le soluzioni impiantistiche. Il libro descrive inoltre un metodo scientifico con cui valutare le strategie che le istituzioni possono adottare per risolvere la complessità dei problemi connessi alla generazione e gestione dei rifiuti, e raggiungere lo scopo di conservare il valore.

Simonetta Tunesi è chimico ambientale, membro del Comitato scientifico di Legambiente e Honorary Research Associate presso  la University College  of London. Ha contribuito a redigere la prima normativa nazionale sulla bonifica dei siti inquinati e ad avviare gli uffici pubblici nazionali rilevanti per i controlli di settore.  Si occupa di analisi ambientale e organizzativa della gestione dei rifiuti, per far sì che il settore superi un approccio pragmatista e fondi la sua evoluzione su conoscenza scientifica e innovazione. E’ autrice di numerosi libri scientifici e saggi, nonchè di articoli divulgativi.