Giovani e di belle speranze. Sono stati proprio i ragazzi degli istituti superiori di Parma a confermare con la loro appassionata partecipazione alla presentazione di Lab alla Città, che c’è voglia di discutere e di approfondire la conoscenza degli strumenti per l’esercizio di una cittadinanza attiva, consapevole e responsabile.

E’ stato questo il risultato più significativo della giornata di studi e dibattiti di lunedì 29 settembre che – nella sessione del mattino all’Università – ha dato voce ad oltre 250 giovani delle scuole di Parma, accompagnati dal personale docente, che si sono confrontanti in un dialogo stimolante, evidenziando con lucidità le aspettative nei confronti della nuova iniziativa promossa da Il Borgo e arricchendo di spunti il piano didattico preliminare. Un risultato straordinario e incoraggiante per un’avventura che inizia sotto i migliori auspici e che rappresenta la spinta fondamentale per l’avvio di una sfida del presente e del futuro della nostra società. La conferma è arrivata anche da parte del mondo accademico e imprenditoriale. Il Magnifico Rettore dell’Università di Parma, Prof. Loris Borghi, ha dato un caloroso benvenuto all’iniziativa (patrocinata, infatti, dall’Università di Parma e dall’Ufficio Scolastico Regionale), avvalorato dalla Lectio Magistralis del Prof. Stefano Zamagni dell’Università di Bologna che ha evidenziato come proprio la consapevolezza, la difesa e l’attuazione dei propri diritti nella partecipazione attiva alla vita pubblica, può costituire una risposta collettiva al declino sociale. Anche il mondo imprenditoriale – rappresentato alla tavola rotonda della sessione del pomeriggio – da Barilla, Dallara e Fondazione Cariparma – ha accolto con vivo entusiasmo l’iniziativa, garantendo la propria partecipazione che andrà ad avvalorare di competenze tecniche e di visione progettuale il laboratorio e i suoi futuri sviluppi. La sfida è ufficiale e dichiarata: ora si parte!

 

Anna Maria Ganapini