L’ecumenismo a Parma si riferisce principalmente al gruppo locale del Segretariato Attività Ecumeniche (SAE), un’associazione interconfessionale di laici per l’ecumenismo e il dialogo, a partire dal dialogo ebraico-cristiano, fondata negli anni del Concilio Ecumenico Vaticano II.

 

Il gruppo SAE di Parma dal 1964 condivide, con tutti i gruppi locali, metodi e intenti dell’Associazione. Svolge attività prevalentemente formative per i suoi membri tramite l’approfondimento di documenti di rilievo ecumenico. Argomenti trattati sono stati: l’Autorità dottrinale nella Chiesa, i Sacramenti, la Costituzione conciliare Gaudium et Spes il Padre nostro, e altri.

Il gruppo si rivolge però anche ad un pubblico più vasto attraverso brevi cicli di conferenze tenute da esperti delle confessioni cristiane presenti a Parma: Avventista, Cattolica, Metodista e Ortodossa. Argomenti trattati negli ultimi anni, di natura ecumenica e anche interreligiosa sono stati: rapporti tra Cristiani, Ebrei e Musulmani, le ragioni cristiane del dialogo interreligioso, l’insegnamento della religione nelle scuole, cent’anni di ecumenismo, conoscersi per fare pace.

Sulla spinta della cresciuta sensibilità ecumenica e ispirandosi al modello internazionale del Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC) anche a Parma per iniziativa del gruppo locale SAE si è costituito nel 2004 il Consiglio delle Chiese, un organismo di coordinamento tra le varie confessioni cristiane presenti in città (diventate cinque a causa di una seconda presenza della chiesa Ortodossa). La finalità del Consiglio delle Chiese è di testimoniare insieme il Vangelo, promuovendo la conoscenza reciproca e il dialogo tra le chiese. Il Consiglio, alla cui presidenza si alternano di anno in anno i rappresentanti delle varie chiese, propone indicazioni di pastorale ecumenica, organizza ogni anno la giornata del dialogo ebraico cristiano e la Settimana di preghiera per l’unità, attività precedentemente affidate al gruppo locale SAE e alla Commissione Diocesana per l’Ecumenismo.

Negli ultimi 20 anni a livello internazionale sono stati stipulati vari accordi tra le chiese cristiane, uno di particolare importanza: la Dichiarazione congiunta della Chiesa Cattolica e della Federazione Luterana Mondiale sulla dottrina della giustificazione (Augusta, ottobre 1999) che ha trovato l’accordo di altre chiese protestanti.

Le interpretazioni e applicazioni contraddittorie del messaggio biblico della giustificazione sono state nel XVI secolo una causa primaria della divisione della Chiesa d’Occidente che ha avuto effetti sulle condanne dottrinali. Il dialogo ecumenico realizzato dal Concilio ha condotto a una significativa convergenza della dottrina della Giustificazione.

Ma quanto è stato recepito di questo accordo dalle chiese cristiane?

Il gruppo SAE di Parma si è posto il problema e si prepara ad organizzare in collaborazione con il Consiglio delle Chiese cristiane la presentazione del tema della Giustificazione in uno o più incontri pubblici.

Un altro documento congiunto tra il Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee (CCEE) e la Conferenza delle Chiese europee (KEK) contenente le linee guida per accrescere la cooperazione tra le Chiese cristiane in Europa è stato stipulato a Strasburgo (Aprile 2001). Si tratta della Charta Oecumenica, che merita anch’essa di essere fatta conoscere a quanti credono che il cammino dell’unità, per lungo che sia, debba essere percorso fino al suo raggiungimento.

La settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani che si celebra ogni anno in tutto il mondo tra il 18 e il 25 Genniao , ha quest’anno come tema “Cristo non può essere diviso”

(1 Corinzi 1,1-17) e si svolge a Parma nei seguenti giorni e luoghi

sabato 18 Gennaio ore 20,45 , presso la Chiesa Ortodossa Romena dei Santi Zaccaria e Elisabetta in Santa Maria del Quartiere, str. Del Quartiere: Celebrazione della Parola acoordina il presbitero della Chiesa Ortodossa romena P, Gavril Ciprian

lunedì 20 Gennaio, ore 20,45, presso la Parrocchia dello Spirito Santo, Via Picedi Benettini14 : L’accordo Luterano – Cattolico sulla Giustificazione. Coordina il prete cattolico don Raffaele Mazzolini

Martedì 21 Gennaio ore 20,45 presso la Chiesa Evangelica Metodista, b.go Giacomo Tommasini 26A: Il consiglio Ecumenico delle Chiese: uno sguardo Coordina la Pastora della Chiesa Evangelica Metodista Mirella Manocchio

Giovedì 23 Gennaio ,ore 20,45 presso la Parrocchia Ortodossa di San Nectario in S. Maria Maddalena, B.go della Posta 19: Solenne celebrazione dei Vespri Presiede il presbitero della Chiesa Greco-Ortodossa p. Dimitri Doleanskii

Venerdì 24 Gennaio ore 14-15 presso il Carcere Cittadino, Strada Burla, 59 Presenza Ecumenica , coordina il Pastore Avventista Daniele La Mantia

 

Carla Calvi Parisetti

Presidente SAE