Tre dati importanti hanno portato notizie dai maggiori giornali arabi:

Il primo: il nuovo parlamento egiziano dopo 60 anni scelto dal popolo ha iniziato il primo giorno di lavoro alla vigilia dell’ anniversario della rivoluzione egiziana (il 25-01-12). La seconda notizia: in Libia i seguaci di Gheddafi conquistano dopo una battaglia con il nuovo esercito libico la città di ben Walid la città dove Gheddafi era nascosto col il figlio e alzano la vecchia bandiera libica; tutto questo dopo la dimissione del vice capo governo attuale.

La terza notizia in Siria il governo siriano continua il suo percorso contro i cosi detti “intrusi” ed è rottura totale con la Lega Araba; il primo ministro siriano al Mualem dice adesso che la Siria da sola ne uscirà senza controlli della Lega araba, ma la cosa che fa pensare è che il governo siriano ha comprato 36 aerei da guerra in questi giorni dalla Russia per un totale di 500 milioni di dollari.

Adesso guardiamo questi titoli.

Nell’ immagine il nuovo parlamento egiziano con il Consiglio del Popolo che chiede di essere modesti e applicare il termine giustizia sociale dopo quasi un secolo.

Il governo di Damasco rifiuta qualsiasi decisione della Lega araba e la considera una intrusione (nella immagine il centro città di HOMS quasi distrutto totalmente )

Dal giornale Al raya