A chi ci aveva augurato “cento di questi giorni”, chiediamo di ritoccare la cifra. Perché oggi fanno già 101 Borgo News. Significa 50 mesi effettivi, più di quattro anni di lavoro, circa trecentomila mail spedite, circa mezzo milione di visitatori sul sito (contando anche quelli della prima versione, statica, pionieristica; e non contando quelli che si sono aggiunti al già preesistente sito del circolo); circa mille articoli su temi culturali, sociali, politici del nostro territorio e oltre il nostro territorio; altrettanti link ad altri siti d’informazione.
Per un’associazione culturale senza fini di lucro, è qualcosa di incredibile. Se parlo da tecnico, un piccolo miracolo. Se parlo da cittadino, pure. Sì, perché oltre alla quantità si deve considerare la qualità del lavoro: mai un articolo dai toni scomposti, mai una rivendicazione sguaiata, mai una presa di posizione pregiudiziale. Al contrario, ho sempre letto attente analisi dei fatti, considerazioni motivate, punti di vista originali. Se nel merito non tutto è sempre condivisibile (democrazia è anche riconoscere una pluralità di opinioni), nel metodo è difficile rintracciare nel panorama dell’informazione una simile simile capacità di svincolarsi dal comune modo di “far notizia”, quello rivolto alla “pancia”.
Il mio lavoro è dietro le quinte e direi che il segreto del BN è che la passione civica dei redattori non è dentro, mai fuori dalla redazione, cioè nelle strade, sul lavoro, nelle relazioni fra persone e con gli enti del territorio, nello studio e nell’approfondimento di cosa significa essere cittadini oggi a Parma. Parlo della non misurabile dedizione di Riccardo, Eugenio, Graziano; parlo del decisivo contributo di Paolo, Tiziana, Lucia; del prezioso aiuto di Luciano, Luigi, Gianni, Silvia, Beppe. E un particolare ringraziamento va anche a Giuseppe Bizzi, fino a qualche mese fa Direttore responsabile del BN; e a Giovanni Morini, responsabile del sito ufficiale del circolo. Speriamo ovviamente che altri si affianchino nel cammino, che merita (è l’augurio che ci facciamo) almeno altre cento tappe!
Simone Mazza, webmaster BN